Economia

Aumentano la vendita e l’uso delle bici elettriche made in Italy ma all’estero


Nel 2016 in Italia sono state prodotte 23.600 bici elettriche e ne abbiamo esportate più di 8.000. Il mercato interno segue la tendenza europea e le vendite nazionali crescono del 120% su base annua. Ancma Confindustria: “Avremo lo stesso trend anche per il 2017”.

Cresce il mercato nazionale delle biciclette elettriche. Le ebike costruite in Italia sono passate da 16.600 del 2015 a 23.600 dell’anno scorso. Nasce anche una filiera intera delle due ruote “Made in Italy”, sia come assemblaggio, sia soprattutto come costruzione di motori e componentistica elettrica ed elettronica.

Sono i dati del mercato delle biciclette in Italia nel 2016 di Ancma, l’Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori: “Le eBike stanno cambiando il nostro modo di andare in bici – ha commentato Corrado Capelli, presidente di Ancma Confindustria – sono sempre di più gli appassionati delle 2 ruote che scelgono le biciclette a pedalata assistita per muoversi nel traffico urbano e per fare sport soprattutto in montagna. L’agilità e la riduzione della fatica negli spostamenti sono solo due fra gli indicatori positivi di questa crescita sia nella produzione che nell’export. Avremo lo stesso trend anche per il 2017”.

Diverse infatti sono le realtà che producono sistemi per ebike e che faranno sentire la loro voce nel 2017. Bene anche le esportazioni, come ha dichiarato il presidente Ancma, che sono passate da 3.400 ebike nel 2015 a 8.000 nel 2016.

Da quest’anno, anche in Italia, il dato di mercato che riguarda le ebike mostra un trend decisamente “europeo”: vendute 124.400 ebike pari ad +120% rispetto al 2015. “È un dato di disponibilità interna del mercato che calcoliamo, da sempre, come dato delle biciclette prodotte aggiungendo il numero di bici importate meno quelle destinate all’export”, si legge nel commento al Report.

È il parametro relativo all’import che spiega la crescita di ebike nel 2016 e che rivela che sarà ancora maggiore, molto probabilmente, nel 2017. Nel 4° trimestre del 2016, infatti, abbiamo importato un numero di bici elettriche (40.800) quasi uguale a quello dei primi 9 mesi (60.000) del 2016. Segno che si è venduto parecchio l’anno passato, ma che molto di quanto importato nel 2016 sarà venduto nel 2017.

Lieve flessione sulla bici normale (-2,6%) ma meglio che in altri paesi d’Europa (-8/9%) dove ormai si assiste ad un vero e proprio “cambio di bicicletta”.


Rispondi