Italia Meridionale

Artisti nelle piazze con “Officina di strada”


L’arte ha una nuova forma con Officina di Strada, quella della buskers experience.

Il festival itinerante sarà l’occasione per riscoprire la strada come mezzo di espressione e promozione per band e solisti, come alternativa ai metodi convenzionali di proposizione della musica dal vivo: questo è in breve l’obiettivo di Officina di Strada, un nuovo progetto finanziato dall’Assessorato alle Politiche Giovanilidella Regione Puglia.

Molti gli artisti che hanno aderito al progetto: Bamboo, The Gentlemen’s, Underdog, Lili Refrain, L’Enfance Rouge, Tetuan, Capase, Be forest, Ecole du ciel e Calembour.

Oltre alla musica, grande spazio avrà l’arte in tutte le sue sfumature: dalla danza, al teatro, dalle mostre, alle arti visive, a quelle performative.

Officina di strada vuole promuovere l’approccio musicale di strada che, in Italia, diversamente da altri luoghi in Europa, è visto come limitante per la maggior parte dei progetti musicali. A rendere tutto più difficile sono le limitazioni logistiche e normative.

La soluzione si chiama “Busker Experience”: Officina di strada offre alle band la strumentazione adeguata per l’approccio busker: amplificatori ad alto wattaggio e a batteria ricaricabile, batterie componibili (per facilitare trasporto e tempi di load in, montaggio e smontaggio), mini PA portatili ricaricabili, scenografie in materiali di riciclo componibili, mini gruppi elettronici silenziati e progettati appositamente per eventi di questa tipologia oltre che le informazioni circa il rispetto delle normative vigenti, in realtà spesso largamente permissivi.

Il Festival buskers itinerante sarà l’occasione per vedere dal vivo questa modalità alternativa di espressione e promozione dei progetti artistici, ideata da Officina di Strada.

Si svolgerà in 5 date con cast e attività diverse per ognuna delle giornate.


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.