Spettacoli

Arriva la prima edizione di GAIAITALIATEATROFEST


In un periodo in cui spesso si parla di violazione di diritti in molte parti del mondo, alcuni tra i più attivi operatori culturali italiani rispondono con GaiaitaliaTeatroFest, in scena al Teatro Studio Uno di Roma dal 26 settembre al 2 novembre per sei fine settimana all’insegna dell’arte: teatro, film, mostre fotografiche, libri e incontri per parlare di Diritti Umani e della necessità di educare al rispetto del diritto di ognuno – semplicemente – a essere.

Sei settimane di spettacoli agili, con uno o due attori nello spazio raccolto di una delle culle dell’Off romano, il Teatro Studio Uno.

Questa è la scelta della prima edizione di GaiaitaliateatroFest, organizzato dal quotidiano online Gaiaitalia.com in collaborazione con il mensile LINUS, con il Roma Fringe Festival e con il Teatro Studio Uno, dove agli spettacoli teatrali si uniranno eventi culturali, libri, la manifestazione Pagine Viaggianti, momenti di riflessioni socio-politica e molti ospiti.

“Parlare di Diritti Umani in teatro non solo si può” ha spiegato il direttore artistico Ennio Trinelli, “si deve. E si deve attraverso le arti, allontanandosi quindi da tutto ciò che abbiamo già visto. La Cultura è un Diritto ed è soprattutto un mezzo morbido, anche se lento, che può aiutare davvero a costruire un mondo migliore”.

Seguendo il fil rouge dei diritti in ogni accezione possibile, anche il diritto di essere felice e di godere dell’arte, gli ospiti, attraverso le loro esperienze e la loro presenza, tracceranno un’idea il più possibile esportabile e concreta di mondo migliore.

Tra questi la scrittrice e attrice Eleonora Mazzoni che racconterà l’esperienza di mettere al mondo un bambino quando non puoi averne. Il diritto alla felicità, del quale parleranno Flavia Fratello, giornalista de La7, insieme al regista Michele Picchi, a Joele Anastasi, drammaturgo e regista, anima di Vuccirìa Teatro. Del fare cultura in Italia ne parlerà invece Mariano Lamberti, regista cinematografico, intervistato dalla magnifica La Karl du Pigné. Poi i 50 anni di Linus, ospite la direttrice di uno dei mensili più amati d’Italia: Stefania Rumor.

E poi ancora: il diritto a una vita migliore, con Karim Helmi, ricercatore de La Sapienza; il diritto alla pace con l’iniziativa Siria chiama Siria, tra interventi, dibattiti e tre film da non perdere e la mostra fotografica direttamente dall’Iran.

Con GaiaitaliaTeatroFest, l’appuntamento è tutti i fine settimana, dal 26 settembre al 2 novembre al Teatro Studio Uno – Via Carlo della Rocca, 5 (Roma)


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.