Arriva la Finale di Miss Europe Continental: parola a Rita Giselle

Si avvicina la finalissima di Miss Europe Continental 2016, condotta da Veronica Maya e Marco Senise, nella cornice di Spoleto, e le Miss finaliste, provenienti da tutto il mondo, saranno guidate da una bravissima coreografa: Rita Giselle.
Quando è iniziata la tua collaborazione con Miss Europe e cosa t’ha spinta ad accettare il loro progetto?

La mia collaborazione è iniziata nel 2014: ho accettato questo progetto in quanto lo ritengo molto stimolante poiché mi permette di entrare in contatto con diverse culture e approcciarmi ad un mondo che non è quello della danza ma che comunque è uno spettacolo che unisce bellezza, arte e cultura.

Come stai preparando le miss e come rispondono alle tue idee?

La preparazione delle miss è un percorso divertente ma allo stesso tempo impegnativo perché le ragazze sono abilissime a sfilare ma non hanno le capacità coordinative di un ballerino. Le coreografie sono legate alla storia e all’arte perché miss Europe è un concorso che ricerca la bellezza in tutte le sue forme ma non posso svelare altro… vi attendono bellissime sorprese per la finalissima di Spoleto.

Ti ispiri a qualche maestro- coreografo in particolare?

Non mi ispiro a nessun coreografo, sono le modelle ad ispirarmi: prendiamo spunto dalla loro personalità e dalla bellissima cornice che ci circonda.
Cosa ti ha stupito di più dell’edizione in corso?

Mi ha stupito la presenza di 22 paesi in gara, il concorso è giovane ma è già meta ambita di tante ragazze che vogliono avvicinarsi alla moda e allo spettacolo.

Progetti lavorativi futuri e sogni nel cassetto?

Continuare a seguire la passione e l’amore per la danza: il posto dei nostri sogni non è il cassetto ma una sala di danza e si realizzano solo attraverso il lavoro, la grinta e la determinazione che rendono possibile ogni cosa.