ALL’AUDITORIUM NIEMEYER DI RAVELLO EDOARDO BENNATO E L’ORCHESTRA DEL TEATRO DI SAN CARLO

 Archiviato il grande successo del Ravello Festival 2015, la Fondazione Ravello si sposta, come di consueto all’Auditorium Oscar Niemeyer e propone al suo pubblico cinque appuntamenti con la musica. Musica classica ma anche pop nel segno, soprattutto, della scuola partenopea per quanto concerne nomi e repertori proposti.

Ad inaugurare il cartellone, domenica 27 dicembre (ore 19.30), l’Ensemble Les Bouffes Parisiens con il soprano Ilaria Iaquinta, alle prese con un programma raffinato, sospeso tra atmosfere da operetta e preziose citazioni parigine.

Lunedì 28 (ore 21.15), a calcare il palco dell’Auditorium Oscar Niemeyer, sarà Edoardo Bennato; il celebre cantautore napoletano presenta il suo ultimo lavoro, “Pronti a salpare”. Ad accompagnarlo saranno Patrix Duenas al basso, Raffaele Lopez, alle tastiere, Giuseppe Scarpato e Gennaro Porcelli alle chitarre eRoberto Perrone alla batteria. Bennato torna nella “Città della Musica” con quella che è considerata un’ulteriore tappa nel percorso di un cantautore diventato, attraverso una carriera lunga e fortunata, un vero e proprio caposaldo del rock mediterraneo.

Mercoledì 30 sempre all’Auditorium (ore 19.30) si cambia decisamente registro per intraprendere – col progettoAcustico Napoletano, affidato allle chitarre di Francesco Matrone e Maurizio Pica e alle voci di Emanuela Loffredo e Franco Castiglia – un viaggio sonoro attraverso i brani più famosi e celebrati della canzone Napoletana. Il concerto è prodotto dalla Fondazione “Roberto Murolo”, nata per celebrare il ricordo di un musicista che ha contribuito in modo decisivo alla divulgazione del patrimonio musicale partenopeo.

Dopo la pausa di san Silvestro, la musica ritornerà a Capodanno (venerdì 1°gennaio ore 19.30) conl’Orchestra da Camera del Teatro di San Carlo diretta da Maurizio Agostini per un excursus nei celeberrimi successi di Nino Rota, Nicola Piovani e Ennio Morricone, introdotti dalla Sinfonia n.29 in La maggiore K. 201 di Mozart. Brani da “La vedova allegra” e il Brindisi de “La traviata” completano festosamente la locandina (sopranoBernadette Siano, tenore Giuseppe Armando Valentino).

A chiusura, (sabato 2 gennaio, ore 19.30) del minifestival targato Fondazione Ravello, l’Accademia Mandolinistica Napoletana presieduta da Mauro Squillante, con le voci cantanti di Lello Giulivo e Valentina Assorto e la voce recitante di Francesca Morgante, proporrá un programma che utilizza strumenti a plettro presenti nel Presepe Napoletano, in un pastiche di autori e stili che andrà dal Seicento al Novecento.