Alla 30^ Corritreviso c’è anche Neka Crippa

Alla 30^ Corritreviso c'è anche Neka Crippa

L’azzurro d’origine eritrea, fratello di Yeman, va ad impreziosire il cast della 10 chilometri che venerdì 21 giugno, nel cuore del capoluogo della Marca, vedrà al via anche El Mazoury, Bamoussa, Riva, Maestri, Giacobazzi, Oudha, Bona e Paolo Zanatta. Iscrizioni a quota 700.

La sua storia la conoscono in tanti: la nascita in Eritrea, gli anni in orfanatrofio, l’adozione da parte dei coniugi Crippa, l’arrivo in Italia, il progressivo allargamento della sua nuova famiglia a cinque fratellini (tra cui Yeman, bronzo nei 10.000 metri agli Europei 2018 di Berlino dopo una carriera giovanile costellata di successi) e due cuginetti. Nekagenet Crippa, per tutti Neka, è un atleta che, dopo qualche stagione condizionata da infortuni, è tornato ad esprimersi ad alti livelli: lo scorso dicembre è giunto ventesimo agli Europei di cross di Tilburg, contribuendo al bronzo di squadra vinto dall’Italia e dimostrando che, se Yeman ha stimmate da fuoriclasse, anche lui può togliersi grandi soddisfazioni nel panorama dell’atletica che conta. Nekagenet Crippa andrà ulteriormente ad arricchire il cast della Corritreviso – Trofeo Lattebusche, pronta – venerdì 21 giugno – a soffiare sulle trenta candeline. Nella gara maschile ad invito (10 km), che chiuderà la serata (partenza alle 22.10) saranno al via anche  il campione italiano dei 10.000 metri (2016 e 2017) e della mezza maratona (2018) Ahmed El Mazoury, che proverà a scrivere per la prima volta il proprio nome nell’albo d’oro della Corritreviso. Riflettori puntati anche su Abdoullah Bamoussa, finalista nei 3000 siepi agli Europei di Amsterdam, azzurro all’Olimpiade di Rio e ai Mondiali di Londra, secondo a Treviso nel 2018; Pietro Riva, campione europeo juniores dei 10.000 metri nel 2015 e vicecampione italiano assoluto 2018 dei 5000 metri; Cesare Maestri, vicecampione europeo 2018 di corsa in montagna, appena convocato per gli Europei della specialità, e sugli emergenti Alessandro Giacobazzi, campione italiano under 23 di mezza maratona, e Ahmed Ouhda, miglior under 23 italiano di questo primo scorcio di stagione nei 10.000 metri (29’31”53 a fine aprile a Milano). Tifo nostrano per Paolo Zanatta (primo alla Corritreviso nel 2013 e 2015), Simone Gobbo (leader nel 2016) e Stefano Ghenda. Da seguire inoltre il maratoneta Francesco Bona e Stefano Guidotti Icardi. In campo femminile (5 km), torna alla Corritreviso la vincitrice dell’edizione 2018, Veronica Paterlini, ma le favorite della gara sono Elena Romagnolo, finalista olimpica nei 3000 siepi (2008) e nei 5000 (2012), e Sara Brogiato, altra emergente, terza alla maratona di Torino del 2018. Outsider di lusso, l’azzurra del cross, Federica Dal Ri. Completano il cast, per le posizioni di prestigio, Natascia Meneghini, la maratoneta Maurizia Cunico, la giovane Laura De Marco. E poi ancora Erica Franzolini, Sonia Lopez e Silvia Gavarretti, oltre alla diciottenne trevigiana Margherita De Mattia, argento nei 3000 siepi ai recenti campionati italiani juniores di Rieti, iscrittasi ieri

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.