Albano chiude la festa di M.SS. dell’Arco col concerto “per altri 1000 sorrisi”

Con le immagini ancora nitide delle migliaia di persone davanti al Santuario, del simulato incendio a ritmo di musica del campanile, della consegna delle chiavi della città, della preghiera alla Vergine e della  lunga e partecipata processione dell’icona della Madonna dell’Arco, il sindaco Lello Abete si dice soddisfatto ed invita tutti a vivere pienamente gli ultimi appuntamenti, per poi partecipare al concerto di beneficenza che vedrà sul palco Albano.

La festa civile per i festeggiamenti dell’anniversario dell’incoronazione della “Mamma dell’Arco”, comunemente così invocata, chiude in piazza Arco il 17 settembre alle 21:00 con libere esibizioni di balli canti accompagnati dai suoni della Tammorra.

Domenica 18, alle ore 20,00 presso lo stadio comunale “A. De Cicco”, recentemente affidato in concessione – a seguito di gara pubblica, con favorevole giudizio del TAR Campania che ha dato pienamente ragione all’Ente rigettando punto per punto il ricorso presentato mesi fa – riqualificato a tempi di record dalla concessionaria SSD Stella Splendente, si terrà il “Concerto per altri mille sorrisi” con l’artista dalla voce potente e splendida Albano.

Il concerto, patrocinato dell’Ente e organizzato dai Supermercati Piccolo nel 70esimo anniversario dell’azienda a carattere familiare, ha scopo benefico ed il ricavato sarà devoluto alla Fondazione Santobono Pausillipon Onlus di Napoli.

“La nostra festa per la Madonna dell’Arco ancora una volta ha unito migliaia e migliaia di persone e credenti – dice il sindaco Lello Abete – che hanno verso la Vergine ed il suo santuario una devozione unica.  Oltre al tantissimo entusiasmo ed al costante attaccamento, un amplissimo numero di pellegrini hanno vissuto anche gli eventi civili collegati alla festa. L’incendio simulato del campanile è stato, come sempre, uno spettacolo emozionante e suggestivo che ha tenuto col fiato sospeso tantissime persone: un evento del genere va sempre tutelato e promosso, nonostante le innumerevoli difficoltà, proprio come abbiamo fortemente voluto quest’anno. Il mio sincero ringraziamento va al priore del Santuario, fra Alessio Romano O.P., per il suo spirito di abnegazione e per il suo entusiasmo, che trasmette in ogni iniziativa promossa e il risultato è come sempre ottimo. Grazie al nucleo della Protezione Civile, alla Croce Rossa, ai Carabinieri ed alla Polizia Locale, sempre impeccabili nel loro prezioso servizio. Dai suoni tradizionali della tammorra, che stasera e domani allieterà piazza Arco, ritroviamoci ancora insieme allo stadio per ascoltare le canzoni di Albano, in un concerto di solidarietà che servirà a donare tanti sorrisi a tutti quelli che sono seguiti dalla Fondazione Santobono”.