Napoli, al via “Quartieri di vita”

Napoli, al via "Quartieri di vita"

Si è tenuta a Napoli la presentazione alla stampa “Quartieri di vita”, il festival di formazione e teatro sociale diretto da Ruggero Cappuccio col sostegno della Regione Campania e in collaborazione con la Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee.

Una rassegna molto interessante ed impegnativa, dal decennale della morte della danzatrice e coreografa tedesca Pina Bausch, che coinvolge iniziative con la fondazione omonima, agli innumerevoli progetti workshop laboratori che si terranno in varie location della città campana – il carcere di Secondigliano, la sala Assoli, il teatro Nuovo e il Mercadante, per arrivare poi alle province di Benevento, Salerno e Caserta.
La presidentessa della Fondazione Donnaregina, Laura Valente ha contribuito alla presentazione con un accorato intervento dando risalto in particolare alle collaborazioni con la fondazione Bausch e il museo Madre con videoistallazioni nel mese di dicembre.
Workshop di teatro, laboratori che si terranno fino al marzo 2020 per far aprire il mondo del teatro a chi ne è all’oscuro, ma anche aperture a progetti esperti per un pubblico attento, questo in definitiva il focus secondo il direttore Cappuccio, il teatro come luogo di incontro, che si occupa dei minori e promuove il senso delle regole, senza delle quali non ci sarebbe una società civile

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.