AL VIA IN VENETO GLI OPEN FACTORY DAYS

Oltre 100 aziende, 12 progetti, 3 giorni di eventi: sono i numeri di ‘Atelier Aziendali’, l’iniziativa finanziata dalla Regione Veneto con un milione di euro del programma FSE per valorizzare il patrimonio d’impresa quale elemento strategico di competitività aziendale e territoriale.

Il progetto si conclude con gli Open Factory Days, in programma da domani 20 settembre a sabato 22, in tutto il territorio veneto. Durante le tre giornate alcune delle aziende coinvolte nel progetto apriranno le porte al pubblico per promuovere e far conoscere il proprio patrimonio aziendale e culturale attraverso momenti di confronto con i visitatori, eventi informativi, conferenze, seminari, laboratori e degustazioni.

L’assessore regionale al lavoro e alla formazione Elena Donazzan interverrà a tre eventi del nutrito programma gli Open Factory Days: domani giovedì 20 settembre, alle ore 16, sarà alla Fornace Orsoni a Venezia Cannaregio, storica fucina di mosaici d’arte che apre le proprie porte per raccontare se stessa tra tradizione e innovazione e ospitare la conclusione del progetto “La cultura creativa veneziana come risorsa competitiva”; venerdì 21 settembre, alle ore 10, l’assessore sarà a Bassano del Grappa in visita all’azienda Montegrappa, simbolo del ‘made in Italy’ tra memoria e futuro; e sabato 22, alle ore 19, a Vicenza, nel chiostro di Santa Corona, parteciperà alla  ‘narrazione’ teatrale delle imprese storiche vicentine del manifatturiero, dell’arredo e del comparto orafo.

“Il recupero della memoria aziendale e la sua valorizzazione come bene culturale – sottolinea l’assessore Donazzan – contribuisce allo sviluppo del territorio in modo innovativo: le idee e le esperienze imprenditoriali sono un patrimonio collettivo, che arricchisce la comunità, ispira nuovi progetti imprenditoriali e nuovi modelli produttivi, crea conoscenze e scambi e produce un vero e proprio ‘brand’ territoriale”.

“Per questo la Regione vuole far conoscere e promuovere le principali eccellenze produttive del ‘made in Italy’ presenti nel proprio territorio – aggiunge l’assessore – sostenendo progetti innovativi, capaci di attrarre nuovi investimenti e di creare nuova occupazione, come i musei di impresa, la valorizzazione dei siti aziendali e degli archivi di impresa, la creazione e la messa in circolo di prodotti multimediali  digitali che rendano fruibile il patrimonio aziendale, la diffusione delle conoscenza delle imprese anche attraverso visite ed eventi di cui le  aziende stesse siano protagoniste”.

Nell sito atelieraziendali.it è possibile conoscere il programma dettagliato delle tre giornate e registrarsi agli appuntamenti e alle visite aziendali di interesse.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.