Al Moro il quintetto di all stars con Bosso ospite speciale

Un concerto che non è esagerato definire un vero evento quello in scena venerdì 2 febbraio al Moro di Cava de’ Tirreni.

Sul palcoscenico del locale del Borgo Scacciaventi, suoneranno Michael Rosen sax; Fabio Zeppetella chitarra elettrica; Alberto Gurrisi organo Hammond; Lorenzo Tucci batteria con Fabrizio Bosso alla tromba come ospite speciale.

Bop del terzo millennio. I suoi attacchi sono micidiali, il suo senso dello swing proverbiale, il suo eloquio torrenziale. Ma Fabrizio Bosso dispone anche di altre frecce e lo sta dimostrando negli ultimi anni, dopo i folgoranti esordi: la voglia di sbalordire ha infatti lasciato il posto a un equilibrato mix di virtuosismo e poesia. Il trombettista torinese è oggi un artista maturo, capace di agire in più direzioni, di partecipare a omaggi a illustri colleghi come Miles Davis e Don Cherry, di confrontarsi con la musica di Nino Rota, di dialogare con musicisti dal background diverso dal suo come il fisarmonicista Luciano Biondini.  

Il jazz di questa band è magnetico e imprevedibile, composizioni originali attraversate da umori e sensazioni del momento con riletture di brani che hanno fatto la leggenda del jazz. Una musica senza confini.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.