Italia Nord Est, Polizia

Aggredisce la moglie in presenza dei figlioletti


Gli agenti del Commissariato di P.S. “Secondigliano” hanno tratto in arresto E.R., 47 anni, responsabile di maltrattamenti in famiglia.

L’episodio è avvenuto nel primo pomeriggio di ieri quando una volante del Commissariato Secondigliano è stata inviata dal centro operativo in un appartamento del Corso Secondigliano dove era stata segnalata una violenta lite familiare.

In effetti, al primo piano di una palazzina del Corso, gli agenti hanno trovato l’uomo, molto agitato e sanguinante al braccio destro, che inveiva contro la moglie con epiteti ingiuriosi e minacce di morte, sotto gli occhi atterriti dei figlioletti di 8 e 11 anni.

I poliziotti, dopo aver bloccato l’uomo, hanno appurato che poco prima i due coniugi avevano avuto una discussione per futili motivi, subito degenerata, al punto che E. R. aveva sfondato la vetrata con un pugno, procurandosi la lesione al braccio che ancora sanguinava.

Poi aveva colpito la moglie e le aveva lanciato contro un televisore che aveva colpito – fortunatamente in modo lieve – anche il figlio 11enne che si era frapposto nel tentativo di difendere la madre.

Quest’ultima ha riferito alla polizia che le vessazioni e le angherie andavano avanti da circa 12 anni, ma lei non l’aveva mai denunciato per paura delle conseguenze.

E.R. è stato dapprima portato in ospedale per curare la ferita al braccio e poi al carcere di Poggioreale.

Anche la donna ed il figlio undicenne sono stati costretti a ricorrere alle cure dei sanitari del San Giovanni Bosco: ne avranno rispettivamente per 7 e 5 giorni.

 


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.