Accordo tra Abbac e Legambiente per una rete ricettiva turistica ecologica

Turismo sostenibile e responsabile, l’Abbac Confesercenti e Legambiente  sottoscrivono un protocollo di intesa per realizzare una rete di accoglienza ecologica .  I Bed and Breakfast e le altre strutture ricettive extralberghiere della Campania che si adegueranno al decalogo condiviso, potranno fregiarsi di un “etichetta ecologica” e rendersi visibili in un circuito ad hoc. “Si tratta di un accordo che premia l’ecosostenibilità e l’adeguamento alle buone prassi in materia di gestione responsabile ed attenta all’ambiente – dichiara il Presidente Abbac Agostino Ingenito – In linea con la nostra tipologia di ospitalità legata ad un target di viaggiatori attenti e desiderosi di scoprire i territori con approcci non standardizzati”. Il decalogo tiene conto di alcune importanti prescrizioni come la raccolta differenziata e la riduzione del volume di rifiuti con vuoti a rendere, oltre ad acquisto di beni di consumo a basso impatto ambientale. Inoltre le strutture ricettive extralberghiere potranno ottenere “l’etichetta ecologica” se si adegueranno con elettrodomestici di classe A o certificazione energetica e alimentazione da fonti rinnovabili. Tutela ambientale e valorizzazione dei prodotti tipici, sensibilizzazione degli ospiti alle tematiche ambientali, ad una mobilità sostenibile e all’accessibilità alle persone con disabilità. “Un decalogo che ripercorre il nostro percorso associativo e che non è distante già dalle pratiche di molti gestori turistici – commentano da Legambiente Campania il presidente regionale Michele Buonomo e il consigliere Nabil Pulita – Nell’evoluzione del mercato turistico la qualità ambientale e la sostenibilità si configurano sempre più chiaramente come una necessità sia delle aree turistiche che delle singole strutture ricettive”. Un progetto ambizioso dunque che Abbac e Legambiente svilupperanno già in vista dei prossimi mesi. “Un obiettivo che è alla portata del nostro comparto da sempre eco sostenibile – commenta Agostino Ingenito che riveste anche la presidenza nazionale di Aigo –  Abbiamo già tanti b&b e dimore turistiche che spontaneamente sono in linea con il disciplinare proposto e sono convinto che i viaggiatori potranno ulteriormente apprezzare questa particolare etichetta ecologica che dà valore ai territori e all’impegno di tanti operatori sia delle aree turistiche più mature in Costiera Amalfitana, Penisola Sorrentina e le isole del Golfo e il Cilento ma anche nelle aree interne e nei contesti urbani”

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.