A Vico Equense si è parlato di “Paura del futuro e Forza della Comunità”

Insieme non esiste paura!” se n’è parlato lo scorso 11 marzo, durante un importante Convegno dal titolo “Paura del futuro e Forza della Comunità“, organizzato dalle Acli Provinciali di Gragnano “A braccia Aperte”, di Castellammare di Stabia “Don Lorenzo Milani” e del Progetto Policoro Diocesi di Castellammare di Stabia. All’incontro, tenutosi nella Sala Conferenze del Seminario di Vico Equense, sono intervenuti il Vescovo di Castellammare – Sorrento,Monsignor Francesco Alfano, i due sacerdoti della parrocchia San Leone II, Don Luigi Milano eDon Alessandro Colasanto, e i giovani pastai de “il Mulino di Gragnano“, testimoni vivi di quanto il Progetto Policoro realizza dal 1995, quando nacque per volontà della Conferenza Episcopale Italiana con lo scopo di sostenere ed agevolare l’inserimento giovanile nel mondo del lavoro. Partner attivi nelle iniziative del Progetto Policoro sono stati negli anni la Pastorale Giovanile, la Pastorale Sociale del Lavoro e la Caritas.

Nell’ambito dei lavori del convegno è stato presentato “Il Mulino di Gragnano”, uno straordinario progetto grazie al quale 6 giovani disoccupati stanno realizzando il sogno di aprire un pastificio nella città famosa nel mondo per la pasta. La storia del progetto imprenditoriale è unica nel suo genere in quanto a finanziarne una ingente parte è stata la comunità parrocchiale San Leone II di Gragnano. La somma di denaro, infatti, è stata raccolta tra i parrocchiani. Chi ha voluto e chi ha potuto, in piena libertà di cuore e nelle possibilità di ognuno, ha prestato una somma. Tutto è stato trascritto dai due Parroci che si sono impegnati personalmente a garanzia della restituzione del prestito. Don Luigi e Don Alessandro, infatti, ci tengono a chiarire che non si tratta di donazioni, ma di prestiti che i giovani pastai dovranno restituire totalmente col frutto del loro lavoro. Nel caso in cui il Pastificio non dovesse essere in grado di assolvere all’impegno economico assunto, Don Luigi e Don Alessandro restituiranno l’intera somma attraverso i loro stipendi.

Prendendo spunto da “Paura del futuro e forza della comunità – Mutualità, partecipazione e protagonismo dal basso. Venti anni dalla nascita del progetto Policoro”, “il Mulino di Gragnano” ha raccontato i particolari, le emozioni, le suggestioni e l’inquietudine di un sogno che Agostino, Alfredo, Cristian, Luigi, Francesca e Raffaele stanno realizzando col cuore colmo di gioia e di entusiasmo. Un entusiasmo alimentato da una risposta che sin dall’inizio non si è fatta attendere ricevendo approvazioni e incoraggiamenti da parte degli importanti relatori del Convegno. Stupore e meraviglia hanno pervaso il cuore di tutti i presenti.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.