videogallery

A Treviso l'”Open Dream” di Zanardo apre al territorio


Il progetto di rigenerazione dell’area “OpenDream” ha aperto le porte al pubblico a cui sono stati presentati il mercato delle eccellenze e l’hub del turismo green che prenderanno vita nell’area, un tempo dedicata alla produzione di ceramica, riproposta come “Cittadella delle Eccellenze”.  

Grande attenzione hanno anche destato la cinquantina di espositori legati alle eccellenze del cibo e il primo mercato territoriale dei Vignaioli indipendenti trevigiani aderenti alla Fivi insieme ad alcuni loro colleghi da tutta Italia, una quarantina le cantine dove è stato possibile degustare calici e acquistare bottiglie.

Ma Opendream Food Market è stata anche occasione per annunciare il progetto hub del turismo green. Dagli spazi dell’ex Pagnossin si può partire infatti per una delle otto tappe dell’anello veneto di Green Tour, seicento chilometri pensati dalla Regione o lungo le altre importanti dorsali del turismo ciclabile che ruotano intorno a questi spazi: la Ciclovia Venezia – Munchen, Il Girasile e la Treviso – Ostiglia. Nella giornata di sabato mattina presenti in rappresentanza di queste tre importanti ciclovie anche i sindaci di Vittorio Veneto, Quarto d’Altino e Quinto di Treviso, i quali hanno potuto provare grazie alle confortevoli e-bike Fantic Rent il percorso che lega l’area Opendream al bellissimo parco naturale dell’Oasi di Cervara.

Ma questo è solo l’inizio, c’è ancora molto da lavorare per realizzare il progetto OpenDream.


Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.