A Suoni di Marca di Treviso, il cabaret in musica

Un inizio entusiasmante per la 26° edizione di Suoni di Marca. I primi 3 giorni della kermesse hanno visto arrivare sulle mura migliaia di persone, richiamate da un programma di altissimo livello artistico. Si stima infatti siano stati circa 50.000 gli spettatori che hanno partecipato con allegria ed entusiasmo alle prime giornate del Festival. Per la quinta serata, Suoni di Marca ha previsto un antidoto alla malinconia che tipicamente accompagna i lunedì: una notte all’insegna del cabaret e dalla musica. Il 25 luglio si parte con il duo di musicisti cantastorie Do’Storieski composto da Leo Miglioranza e Alberto Cendron, che per l’occassione saranno accompagnati da: Marco Napoletano all’armonica, Mauro Berti alla batteria e Filippo Tantino al contrabbasso. Raccontano storie in musica sulla provincia veneta con ironia e intelligenza. Il loro ultimo album “Disintegrati” affronta la questione dell’immigrazione, che viene esplorata sotto il punto di vista dell’integrazione e di come questa riguardi tutti allo stesso modo, veneti e foresti. Si proseguirà poi con U2 (gli ultimi due): lo spettacolo di e con Sergio Sgrilli e Paolo Migone. I popolari comici di “Zelig”, sono due vecchi amici che decidono di dare vita ad una band musicale, ma il progetto non va in porto per i soliti motivi: soldi, litigi, gelosie e tradimenti. Così nessuno dei musicisti si presenterà per la serata, lasciando sul palco quindi solo gli U2, ovvero gli Ultimi Due: Sergio e Paolo che, interagendo a modo loro, raccontano le singole storie con una piccola chitarra e una batteria. I due comici si alterneranno in scena con i loro sketch più popolari, in un incontroscontro che creerà sul palcoscenico un mix di comicità, musica e improvvisazione, con gli spettatori che diventano parte integrante dello show, rendendo così ogni performance unica! A partire dalle 19.30, negli side stage si esibiranno: High Mountain Bluebirds, Ronnyb, Accastorta & Bengala Fire e dalle 23.30 inizierà il dj set di Roby Canzian dj. Per tutte le sere è stata predisposta un’area riservata ai portatori di handicap e donne incinte con posti a sedere disponibili su prenotazione fino ad esaurimento (max 20 persone).