Spettacoli

A Ravello la festa della musica meccanica


A partire dalle 16.30 di sabato 4 e fino alle 13 di domenica 5 ottobre, Ravello ospiterà un minifestival della musica meccanica. In Piazza Duomo e in Villa Rufolo, sul piazzale esterno e all’interno dell’Auditorium Oscar Niemeyer sarà possibile ammirare ed ascoltare venti preziosissimi strumenti messi a disposizione dall’Ammi, l’Associazione per la musica meccanica in Italia. Organi da ballo e da barberia, spalloni e portativi, tastiere azionate da automi e da motori ad aria, oggetti da collezione risalenti ad Otto e Novecento, mobili di pregevole fattura e dalle sonorità sorprendenti. Tutto questo per le vie di Ravello in un weekend da vivere come un tuffo nella storia e nella tradizione della grande musica popolare.

A suggellare la prima giornata di questo progetto, che la Fondazione ha voluto intitolare“La musica che gira intorno” (citando una famosa canzone di Ivano Fossati), sarà il concerto di due specialisti del settore come Jeannette e Peter Biermann. Gli ospiti tedeschi suoneranno (Auditorium Niemeyer, 4 ottobre ore 19.55. Ingresso gratuito) una serie di preziosi strumenti meccanici di fabbricazione tedesca: un Trompetenorgel costruzione Bruns (45 note, 4 registri), un Klarinettenorgel costruzione Hofbauer (45 note), un Konzert-Orgel “Harmonipan” costruzione Raffin (31 note, 5 registri), un Konzert-Orgel “Klarinette” costruzione Raffin (20 note, 5 registri), un Bauchorgel costruzione Ermann (20 note). La particolarità del concerto, oltre che nel pregio degli organetti, sta nel fatto che i due musicisti tedeschi si esibiranno in sincrono, ricorrendo ad una tecnica esecutiva accessibile solo a pochissimi specialisti del settore.


Rispondi