Italia Nord Est

A Pozzuoli iniziativa per conoscere la detenzione


Si terrà sabato 15 novembre (dalle ore 9) la seconda edizione di “A scuola di libertà”, evento promosso dalla Conferenza Nazionale Volontariato e Giustizia. L’appuntamento con le scuole (due classi dell’Isis Tassinari e tre del Liceo Virgilio) è all’Auditorium del Centro San Marco in via Sacchini a Pozzuoli.

In linea con le direttive della Conferenza l’incontro prevede la partecipazione di tue “testimoni”: un operatore e un detenuto. Quest’anno porteranno la loro testimonianza don Gennaro Pagano, direttore del centro educativo diocesano Regina Pacis e della Casa Papa Francesco.

Interverranno Maria Ricciardi, responsabile di Casa Donna Nuova, ed Emilia Romano, responsabile dello sportello di formazione e orientamento al volontariato.

La casa famiglia Donna Nuova – opera segno della Diocesi di Pozzuoli gestita dalla Caritas Diocesana – ospita donne sottoposte a regime di detenzione alternativo alla reclusione in istituto e consente loro di vivere il particolare e difficile momento che si trovano a dover affrontare in un ambiente sereno ed accogliente.

Con la Giornata Nazionale “A scuola di libertà” la Conferenza Nazionale Volontariato e Giustizia intende promuovere un modello di  vera “sicurezza sociale” basato sulla solidarietà, la prevenzione, la responsabilizzazione, attraverso lo scambio di esperienze, le testimonianze di persone detenute e di chi si occupa di questi temi e il  confronto con i giovani (soggetti protagonisti di futuri cambiamenti culturali), ma anche con gli adulti, genitori, insegnanti e chi ha voglia di capire più che di giudicare. È una iniziativa che, se da un lato concorre ad “abbattere” le barriere culturali ed emotive che fanno del carcere un mondo a sé, per altro verso incide sul processo formativo degli adolescenti “aprendo  loro gli occhi” su cosa significhi violare le leggi e subire la conseguente punizione, ma anche  quanto sia faticoso il ritorno alla vita libera, il reinserimento sociale.


Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.