A PIOMBINO DESE (PD) NUOVO SOTTOPASSO STRADALE SULLA LINEA FERROVIARIA MESTRE-CASTELFRANCO

Gli assessori alle infrastrutture e trasporti sviluppo economico della Regione del Veneto hanno inaugurato, insieme al sindaco Cesare Mason, il nuovo sottopasso sulla linea Mestre-Castelfranco, nel Comune di Piombino Dese (Pd).

“L’eliminazione di un passaggio a livello è sempre un passo in avanti per la sicurezza dei cittadini e per l’efficientamento dei nostri collegamenti ferroviari. Per questo nel programma di potenziamento infrastrutturale regionale uno degli obiettivi principali è la progressiva soppressione delle barriere ferroviarie, sostituendole, come abbiamo fatto qui a Piombino Dese, con opere viarie moderne e sicure”.

Con queste parole l’assessore alle infrastrutture e trasporti della Regione del Veneto, Elisa De Berti, ha inaugurato stamane, insieme al collega assessore allo sviluppo economico, Roberto Marcato, al sindaco Cesare Mason e al consigliere regionale Maurizio Conte, il nuovo sottopasso sulla linea Mestre-Castelfranco, nel Comune di Piombino Dese (Pd).

“È un’opera attesa da tempo da questo territorio – ha sottolineato da parte sua  Marcato – e non posso che esprimere la mia soddisfazione nel vedere finalmente completata la sua realizzazione, grazie all’impegno finanziario della Regione”.

L’iniziativa nasce con l’accordo di programma sottoscritto nel 2009, in base al quale la  Regione ha provveduto allo sviluppo progettuale e al totale finanziamento dell’intervento per complessivi  7.792.000 euro, mentre il Comune, oltre all’attuazione delle procedure necessarie all’approvazione dell’opera, ha svolto la funzione di stazione appaltante e si è occupato delle attività espropriative.

Il sottopasso carrabile, alto 4.20 mt. per garantire il transito di tutti i mezzi di soccorso, ha una sede stradale di 7,50 mt. e una ciclabile protetta di 2,5 mt. Considerata la diffusa urbanizzazione in corrispondenza del passaggio a livello e le numerose criticità, legate alla necessità di garantire gli accessi carrai e pedonali alle abitazioni e alle strutture produttive, l’intervento ha cercato di ridurre al massimo la lunghezza delle rampe del sottopasso e ha previsto la realizzazione di tre assi viari di collegamento con gli edifici ubicati a ridosso del passaggio a livello da sopprimere, oltre che l’allargamento di via Dese e la realizzazione di una intersezione a rotatoria lungo la S.R. 245.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.