A Napoli si tenta la bruschetta dop più grande del mondo

Sabato mattina, 8 giugno,  in piazza Dante a Napoli, a partire dalle ore 11, Coldiretti Campania e Campagna Amica tenteranno di realizzare la “bruschetta dop più grande del mondo”, in occasione del Cerasa Fest

Sabato mattina, 8 giugno,  in piazza Dante a Napoli, a partire dalle ore 11, Coldiretti Campania e Campagna Amica tenteranno di realizzare la “bruschetta dop più grande del mondo”, in occasione del Cerasa Fest. Il bruschettone da guinness, a differenza di altri tentativi, sarà fatto solo da prodotti di alta qualità e da filiera agricola. La lunghezza totale prevista è di 50 metri. La farina utilizzata per il pane è 100% italiana, fatta con il grano antico “Risciola”, prodotta e lavorata dall’azienda agricola Dolcezze del Sannio. L’olio extravergine utilizzato sarà costituito dalle cinque Dop della Campania, una ogni dieci metri (Cilento, Colline Salernitane, Irpinia – Colline dell’Ufita, Penisola Sorrentina, Terre Aurunche, ed è fornito da Aprol Campania, organizzazione che conta 12 mila produttori olivicoli. Il pomodoro sarà il re dei pomodori, il San Marzano Dop dell’agro sarnese nocerino, prodotto dalla cooperativa agricola Danicoop. Ci saranno anche origano, aglio e basilico, tutti rigorosamente da filiera agricola, sempre dei contadini cooperatori di Sarno. L’allestimento si concluderà intorno alle ore 13 con la distribuzione di assaggi gratuiti a cittadini e turisti.

Fino a domenica prosegue in piazza Dante a Napoli la terza edizione del Cerasa Fest, la festa del km zero stagionale, con i contadini in vendita diretta. Una kermesse con il frutto simbolo del passaggio tra la primavera e l’estate, che tuttavia sarà presente in quantità ridotte a causa del maltempo che ha falcidiato le campagne nel mese di maggio più piovoso e freddo che si ricordi. A colorare la grande piazza nel cuore storico della città ci saranno, comunque, tutte le eccellenze agroalimentari da filiera agricola della Campania. L’appello della Coldiretti Campania ai cittadini è di partecipare al Cerasa Fest sostenendo gli agricoltori in difficoltà e acquistando le ciliegie sopravvissute alla furia del clima impazzito, brutte ma buone. L’evento ha ancora una volta il patrocinio del Comune di Napoli.

Sarà l’occasione per offrire ai cittadini e ai turisti, oltre alla possibilità di comprare direttamente dai produttori agricoli e di assaggiare lo street food contadino, anche momenti di approfondimento dedicati all’educazione alimentare e alla biodiversità con lo spazio “Agriasilo” dedicato ai bambini, a cura di Coldiretti Giovani Impresa e Coldiretti Donne Impresa. Tutti i pomeriggi ci sarà lo spettacolo dei burattini del maestro Giò Ferraiolo, dal titolo “Pulcinella custode dei sapori”.

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.