50 milioni per Università e giovani studenti

CaldoroTrombetti7Rettori04032014Il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro ha presentato oggi in sala giunta i bandi con cui vengono messi a disposizione del sistema universitario regionale e dei giovani laureati 50 milioni di euro a valere sul PO FSE. Alla conferenza stampa hanno preso parte il vicepresidente della Regione con delega all’Università Guido Trombetti e i 7 rettori delle università campane, ovvero Lida Viganoni per L’Orientale e coordinatrice della Conferenza Regionale dei Rettori, Massimo Marrelli per la Federico II, Francesco Rossi per la II Università di Napoli, Claudio Quintano per la Parthenope, Lucio D’Alessandro per il Suor Orsola Benincasa, Filippo De Rossi per l’Università del Sannio e Aurelio Tommasetti per l’Università di Salerno.

I primi 3 bandi, per un valore di 48 milioni, sono stati pubblicati sul Burc. Ulteriori 2 milioni di euro saranno messi a bando la prossima settimana.

Questo il dettaglio:

30 ml  di euro sono destinati ai  dottorati di ricerca da ripartire tra le Università Campane che negli ultimi tre anni accademici abbiano attivato almeno un corso di dottorato tenendo conto del  numero di laureati con laurea magistrale o equivalente nell’ultimo triennio e della percentuale di ripartizione della quota premiale tra gli Atenei dell’ultimo fondo di finanziamento  ordinario (ffo). La formazione del dottore di ricerca, comprensiva di eventuali periodi di studio all’estero e stage presso soggetti pubblici e privati, è finalizzata all’acquisizione delle competenze necessarie per esercitare attività di ricerca di alta qualificazione.

10 ml di euro sono destinati a borse di studio per le specializzazioni in materia sanitaria.

Tali risorse sono destinate ad attivare borse di studio ripartite tra le Università regionali sulla base del numero di scuole di specializzazione attivate nell’ultimo triennio.

Ai tre Atenei campani con le facoltà di Medicina è garantito un minimo di due borse.

8 ml di euro sono destinati agli assegni di ricerca.

I progetti saranno ammessi alla valutazione di merito previa verifica dell’esistenza di tutti gli elementi previsti.

Infine,  2 ml di euro sono destinati, sotto forma di voucher,  ai giovani laureati che intendono frequentare master di secondo livello con un con tributo per le spese di iscrizione fino a 20 mila euro.

Possono presentare la domanda di finanziamento della borsa di studio i giovani che non hanno superato il trentaquattresimo anno di età alla data di scadenza del presente avviso, residenti in Campania, in possesso di laurea, che non hanno usufruito di altre borse di studio per master post laurea assegnate dalla Regione Campania negli ultimi tre anni, che non usufruiscano di altre borse di studio, a qualunque titolo e da chiunque concesse,  per la partecipazione al medesimo corso.

Saranno accolte le domande di finanziamento per la frequenza di Master di II livello post laurea programmati a decorrere dall’ 1/09/2013,  la cui titolarità sia degli Organismi compresi in una delle seguenti tipologie:

a) Università pubbliche e private, politecnici, libere università, istituti universitari, scuole normali di studi superiori, riconosciuti dal MIUR;

b) Istituzioni estere universitarie riconosciute tali dagli organi di Governo Nazionale, sia nei paesi dell’U.E. che in quelli extraeuropei;

c) Enti privati organizzatori di Master che abbiano almeno un corso accreditato secondo la procedura dell’ASFOR (non è sufficiente che l’Ente sia associato ASFOR).

Ai fini della valutazione delle domande di finanziamento è costituito un  Comitato Tecnico di Valutazione che provvederà a stilare apposita graduatoria formata dalle istanze che totalizzeranno un risultato superiore a 60 punti e saranno ammesse al finanziamento fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

La pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania (BURC) della graduatoria approvata costituirà notifica agli interessati, senza obbligo di ulteriore comunicazione da parte della Regione.